Acetosella

Oxalis Acetosella L.
acetosella

A) Pianta in fiore 

1) Sezione verticale del fiore 

2) Corolla 

3) Stame 

4) Stami e pistillo 

5) Frutto 

6) Frutto in sezione verticale 

7) Frutto 

8) Seme

Famiglia:
Ossalidacee
Nomi Alternativi :
Colore Foglia:
Verde, Verde gaio, Verde cupo
Colore Frutto:
Habitat:Nasce e vive nelle zone montane e submontane, fino a 2000 m. Si trova nei luoghi umidi e boschivi, ombrosi e freschi di tutta l’Italia a specialmente di quella settentrionale.

Descrizione

È una pianta erbacea, vivace, pubescente e quasi glabra, con rizoma ramoso e gracile; manca di un vero caule fiorifero. 

Le foglie sono trifogliata picciolo abbastanza lungo, con due stipole basilari ovate, acute e saldate, di un verde gaio o cupo a seconda del luogo. 

I fiori sono solitari, relativamente grandi, portati da peduncoli uniformi, radicali. 

Il calice è composto di cinque sepali persistenti; la corolla di cinque petali molto più lunghi del calice e di colore variabile, dal bianco venato di rosa al rosso venato di porpora od azzurrognolo. 

Il frutto è a capsula, rinforzato dal calice persistente, con cinque loculi. 

I semi sono parecchi per ogni loggia, circondati da un trillo carnoso che, divenuto elastico a maturità completa, si tende e lancia a distanza il seme che contiene.

Da non confondersi con l’acetosa, l’acetosella è di una famiglia del tutto diversa, anche se le applicazioni medicinali sono simili. Dall’acetosella si ricava una sostanza utile per togliere le macchie dai tessuti, soprattutto quelle di inchiostro o di ruggine e per pulire il cuoio.

 

Parti usate

Si usano soprattutto le foglie e le radici fresche. Perde le proprietà con l’essiccazione.

 

Principali costituenti

La pianta contiene, come l’acetosa, ossolato, acido di potassio, vitamina C, mucillagine.

 

Proprietà

L’acetosella è un buon antinfettivo, purifica il sangue, è un diuretico, depurativo, febbrifugo e rinfrescante.