Achillea

Achillea Millefolium L.
achillea
Famiglia:
Composite
Nomi Alternativi : Achillea millefoglie@\@/@\@/@\@/@Sanguinella@\@/@\@/@\@/@Erba del soldato@\@/@\@/@\@/@Erba del marchese
Colore Foglia:
Verde
Colore Frutto:
Biancastro
Habitat:Cresce nelle praterie, ai margini dei viottoli e delle ferrovie, fino a 2500 metri.

Storia e leggenda

Il nome millefolium è dovuto al fatto che le foglie di questa pianta presentano frastagliature a licinie strettissime. Il nome Achillea, invece, ricorda Achille, protagonista dell’Iliade: la leggenda vuole che l'eroe, venuto a conoscenza delle proprietà terapeutiche della pianta tramite il centauro Chirone, se ne servì durante per medicare Telefo, re di Micene, ferito durante una battaglia. Divenuta l'erba emblematica di guerrieri e spadaccini, perché è un ottimo vulnerario che cicatrizza piaghe e ferite, venne soprannominata anche "erba del soldato".

È sconsigliato esporre al sole le parti della pelle entrate in contatto con il succo fresco della pianta.


 

Descrizione

È una pianta perenne, dal fusto eretto e foglioso. 

Le foglie sono verdi, pelose, lunghe, molli, caratterizzate da segmenti finemente divisi.

I fiori sono bianchi o rosa, raccolti in corimbi densi; quelli del centro sono a tubo, formati da 4-5 ligule larghe e corte. Fiorisce da maggio a ottobre. 

Gli acheni sono biancastri.

Il rizoma è strisciante.

 

Parti usate

Le sommità fiorite, le foglie e i semi.


 

Principali costituenti

Olio essenziale, resina, tannino, alcaloidi, glucosidi, acidi organici, fosforo, potassio, sostanze azotate.


 

Proprietà

Antisettiche, antispasmodiche, astringenti, carminative, cicatrizzanti, diuretiche, emmenagoghe, emostatiche, toniche, vulnerarie.