Bardana

Arctium Lappa L.
bardana

A) Ramo in fiore 

1) Sezione verticale del capolino 

2) Scaglia 

3) Bocciolo 

4) Fiore 

5) Fiore in sezione verticale 

6) Stame 

7,8) Frutti 

9,10) Frutti in sezione verticale e orizzontale

Famiglia:
Composite
Nomi Alternativi :
Colore Foglia:
Verde, Verde-biancastro
Colore Frutto:
Habitat:Cresce comunemente nei luoghi abitati, nei terreni ricchi delle strade ampie, stradicciole, tra le macerie, nei terreni incolti dal mare al piano montano, in tutta l’Italia. Fiorisce da luglio a settembre.

Storia e leggenda

 Il nome botanico del genere deriva dal greco arctos, orso, e si riferisce al suo aspetto irsuto. Secondo alcuni è un’erba infestante, secondo altri un ortaggio. Fin dall’antichità la bardana ha fama di pianta medicinale. In Giappone questa pianta è coltivata e selezionata per le sue radici che vengono consumate come ortaggi. 
 

Descrizione 

È una pianta erbacea perenne, a radice fittonante, carnosa, internamente biancastra. 

Il caule è eretto e raggiunge l’altezza di un uomo (1,50-1,80 m), striato, ramoso, con rami divaricati, ascendenti. 

Le foglie sono alterne picciolate, ovate, di colore verde sulla pagina superiore, biancastre sulla pagina inferiore. 

I fiori sono raccolti in capolini globosi, della dimensione di una nocciola, raccolti a loro volta in un racemo, e sono di colore porporino. 

I frutti sono acheni, oblunghi, di colore fulvo, rugosi specialmente alla sommità. 
 

Parti usate 

La radice fresca (l’essiccamento la rende quasi inattiva), le foglie e i semi. La radice si raccoglie nell’autunno del primo anno o meglio nella primavera del secondo. La si trova comunque in commercio seccata e tagliata a rotelle. 
 

Principali costituenti 

Un principio amaro (lappina), un olio essenziale, tannino, sali di potassa, di calce, di magnesio, inulina e un principio antibiotico simile alla penicillina. 
 

Proprietà 

È una pianta assai preziosa, che la medicina familiare non può ignorare. È depurativa, sudorifera, diuretica (elimina l’acido urico), coleretica, lassativa, antisifilitica, antidiabetica, miscrobicida (contro i batteri Gram-positivi), antivelenosa, topica.