Coriandolo

Coriandrum Sativum L.
coriandolo
Famiglia:
Ombrellifere
Nomi Alternativi : Erba cimicina
Colore Foglia:
Verde
Colore Frutto:
Habitat:È diffusa in tutta l’Italia a esclusione della Sardegna. Cresce vicino ai casolari e alle fattorie, spesso nei campi coltivati a frumento, dal livello del mare fino a 1000 m.

Storia e leggenda

La sua origine è molto antica: i suoi frutti venivano usato dagli egizi per aromatizzare il vino; i greci le attribuivano proprietà emmenagoghe; Plinio il Vecchio infatti la cita nel suo “Naturalis Historia”.


 

Descrizione

È una pianta erbacea annuale.

Le foglie basali e quelle superiori sono molto diverse tra loro.

I fiori sono ombrelle terminali di colore bianco-rosato, composti da 4-6 raggi. Fioriscono da maggio ad agosto.

I frutti da acerbi hanno un cattivo odore, ma quando giungono a maturazione hanno un aroma gradevole.


 

Parti usate

I frutti, i semi, le foglie, la radice.
 


 

Proprietà

Antifermentative, stimolanti, toniche.


 

Curiosità

Il nome latino deriva dal greco e significa “somigliante alla cimice” per via del cattivo odore che emanano i suoi frutti acerbi o le foglie se vengono sfregate.