Erica carnicina

Erica Herbacea L.
erica carnicina

A) Pianta in fiore

1) Foglia

2) Fiore

3, 4) Stami

Famiglia:
Ericacee
Nomi Alternativi :
Colore Foglia:
Colore Frutto:
Habitat:Si trova nella zona submontana e alpina delle Alpi e dell'Appennino settentrionale.

Descrizione

Le eriche sono molto simili tra loro e la specie carnicina differisce dall'Erica vulgaris (Calluna vulgaris, il brugo), soprattutto per la distribuzione geografica: il brugo, come suggerisce il nome stesso, popola le brughiere ed è diffuso specialmente in Lombardia; l'erica carnicina cresce in zone più fredde delle Alpi e degli Appennini. 

È una pianta erbacea, perenne, con fusti sdraiati, legnosi e rami ascendenti, erbacei; può raggiungere i 30 cm di altezza. 

Le foglie sono riunite in verticilli, in numero di 4, e hanno forma lineare, lunghe fino a 8 mm, con il margine fortemente arrotolato verso il basso, tanto da nascondere alla vista la pagina inferiore. 

I fiori sono raccolti in racemi e nascono all'ascella della foglie più alte, in numero di due o tre, spesso unilaterali, rivolti cioè dallo stesso lato del ramo; hanno peduncoli brevi, calice diviso in 5 sepali, corolla tubolare, di colore rosato. 

Il frutto è una capsula deiscente, che contiene molti semi allungati.




 

Parti usate

Le sommità fiorite, che si raccolgono da febbraio a giugno.



 

Principali costituenti

Contiene gli acidi ursolico, protocatechico e gentisico.



 

Proprietà

L'erica carnicina è impiegata tradizionalmente in erboristeria, come le altre ericacee, per le sue proprietà diuretiche e disintossicanti, per stimolare l'emissione attraverso l'urina e il sudore delle sostanze di rifiuto.