Godelicious - Portale di informazione nutrizionaleGodelicious, il Network di chi vuole vivere bene
alimenti logo

Fagiolini

I fagiolini, pur essendo a tutti gli effetti dei legumi, vengono normalmente utilizzati come ortaggi.

Si presentano come baccelli teneri, lunghi e flessibili, con la particolarità di essere commestibili nella loro interezza.

pianta

Nel caso in cui voleste provare a coltivarli da soli, potrete acquistarne i semi e piantarli, anche sul vostro balcone (cliccate sulla foto per saperne di più).

semi

Profilo Nutrizionale

Una porzione di 100grammi di fagiolini contiene:

 Quantità
 
% RDA (dose giornaliera raccomandata)
 
Calorie
 
31 Kcal
 
1,5%
 
Carboidrati
 
7,13 grammi
 
5,5%
 
Proteine
 
1,82 grammi
 
3%
 
Grassi
 
0,34 grammi
 
1%
 
Colesterolo
 
0
 
0%
 
Fibre
 
3,4 grammi
 
10%
 
 Quantità
 
% RDA
 
Folati
 
37 mg
 
9%
 
Niacina
 
0,752 mg
 
5%
 
Acido Pantotenico
 
0,094 mg
 
2%
 
Piridossina
 
0,074 mg
 
5,5%
 
Riboflavina
 
0,105 mg
 
8%
 
Tiamina
 
0,084 mg
 
7%
 
Vitamina A
 
690 IU
 
23%
 
Vitamina C
 
16,3 mg
 
27%
 
Vitamina K
 
14,4 IU
 
12%
 
     
 Quantità
 
% RDA
 
Sodio
 
6 mg
 
0,4%
 
Potassio
 
209 mg
 
5,5%
 
Calcio
 
37 mg
 
3,7%
 
Ferro
 
1,04 mg
 
13%
 
Magnesio
 
25 mg
 
6%
 
Manganese
 
0,214 mg
 
9%
 
Fosforo
 
38 mg
 
6%
 
Zinco
 
0,24 mg
 
2%
 
b-carotene
 
379 mg
 
--
 
a-carotene
 
69 mg
 
--
 
Luteina-zeaxantina
 
640 mg
 
--
 

Interpretiamo insieme questi dati:

  • I fagiolini hanno davvero poche calorie e non contengono grassi. In più sono una fonte eccellente di vitamine, sali minerali e micronutrienti di origine vegetale.
  • Hanno un buon contenuto di fibre che possono agire da lassativi di massa. Le fibre, inoltre, proteggono la mucosa del colon abbassando il tempo di esposizione alle sostanze tossiche e intrappolando i prodotti chimici, spesso responsabili della formazione di cellule cancerogene, nell’intestino. Infine, le fibre riducono i livelli di colesterolo diminuendo il riassorbimento degli acidi biliari nel colon.
  • I fagiolini contengono alti livelli di vitamina A e di polifenoli come la luteina, la zeaxantina ed il b-carotene. Questi composti agiscono da “spazzini” contro i radicali liberi derivati dall’ossigeno, i quali contribuiscono all’invecchiamento e ai processi di decadimento. La zeaxantina, poi, è particolarmente importante, in quanto è selettivamente assorbita nella macula luteinica della retina dell’occhio, dove svolge una funzione antiossidante e protettiva filtrando la luce UV.
  • Ottima fonte vitaminica, forniscono vitamina B6 (piridossina), vitamina B1 (tiamina) e vitamina C.

Semaforo verde

green beans

I fagiolini sono considerati un blando FODMAP.

I FODMAPs sono carboidrati non-digeriti che sono metabolizzati dai batteri intestinali producendo gas, dolori addominali, diarrea o costipazione. Una dieta ricca di FODMAPs può peggiorare problemi digestivi pregressi come la Sindrome dell’Intestino Irritabile (IBS) e il Reflusso Gastro Esofageo.

Essendo i fagiolini un cibo  a basso contenuto di FODMAPs possono essere utilizzati senza problemi da coloro che hanno problemi digestivi cronici e che seguono, per questo motivo, una specifica dieta.

Ecco, adesso sapete molte più cose riguardo ai fagiolini rispetto a due minuti fa. Se poi siete persone curiose, beh, non vi resta che cliccare sulla foto e scoprirne di più. 

libro

Pubblicato il 04-06-2018 da:

simona pepe
Simona Pepe
MR Locum Pharmacist, MSc, Nutritional Therapist

Condividi sui tuoi Networks preferiti!