Fiordaliso

Centaurea Cyanus L.
fiordaliso
Famiglia:
Composite
Nomi Alternativi :
Colore Foglia:
Colore Frutto:
Habitat:Predilige i campi di cereali, i terreni incolti, i luoghi erbosi, fino a 1800 m.

Storia e leggenda

L’imperatore di Germania Guglielmo I scelse il fiordaliso come emblema della sua casata, perché gli ricordava un episodio della sua infanzia quando, rifugiatosi con la famiglia per sfuggire alle truppe di Napoleone, passava il tempo a intrecciare ghirlande e a fare mazzolini con questi bei fiori blu.

È una pianta in estinzione perché non tollera le concimazioni chimiche.


 

Descrizione

È una pianta annuale o biennale dal fusto rigido, striato, ramoso, coperto da una peluria grigia.

Le foglie sono di colore verde-grigio, lanuginose sopra, cotonose sotto, quelle superiori sono sessili, intere strette, quelle inferiori sono picciolate, divise.

I fiori sono di colore blu vivo (ma possono essere anche rosa, rossi o bianchi), raggruppati in grandi capolini a brattee, bordate da ciglia argentee, tubolosi, ermafroditi al centro, sterili e disposti a raggi in periferia, a cornetti sfrangiati. Fiorisce da maggio a settembre.

L’achenio è di colore biancastro, con un pappo setoloso color rosso-ruggine.

La radice è fittonante e gracile.


 

Parti usate

Tutta la pianta, i fiori, i semi.


 

Principali costituenti

Tannino, un glucoside, un pigmento blu.


 

Proprietà

Astringenti, depurative, diuretiche, emollienti, purgative.