Issopo

Hyssopus Officinalis L.
issopo
Famiglia:
Labiate
Nomi Alternativi : Esopo@\@/@\@/@\@/@Erba odorosa
Colore Foglia:
Verde
Colore Frutto:
Habitat:Cresce in tutta l’Italia centrale, fino a 2000 m. Predilige i terreni calcarei.

Storia e leggenda

Questa pianta viene citata nei Testi Sacri e quindi in molti testi classici, ma non si ha la certezza che si tratti dell’issopo moderno, in quanto non è una pianta spontanea né in Palestina né in Grecia.

In passato se ne conoscevano varietà diverse per la forma delle foglie e il colore dei fiori. Inoltre veniva usata per curare affezioni bronchiali e polmonari e l’asma.

Oggi viene coltivato su scala industriale per uso farmaceutico e alimentare.


 

Descrizione

È una pianta spontanea perenne dal fusto ascendente e ramificato.

Le foglie sono piccole, intere e con le nervature in rilievo.

I fiori sono di colore blu-violaceo, sono raccolti in spighe unilaterali fogliose; il calice è formato da 5 denti, la corolla da 5 lobi; ha 4 stami violetti e sporgenti. Fiorisce da giugno a settembre.

Il frutto è un tetrachenio che racchiude un seme nero e rugoso.

Il ceppo è legnoso.


 

Parti usate

Le sommità fiorite e le foglie mondate.


 

Principali costituenti

Olio essenziale, tannino, colina, un glucoside.


 

Proprietà

Antispasmodiche, aperitive, carminative, depurative, risolventi, stimolanti, stomachiche, vulnerarie.