Mirtillo e mirtillo rosso

Vaccinum Myrtillus L., Vaccinum Vitis-Idaea L.
mirtillo mirtillo rosso

Mirtillo:

A) Ramo in fiore

B) Ramo con frutti

1) Sezione verticale del fiore

2) Fiore privato della corolla

3) Stami

4) Pistillo e calice

5) Sezione orizzontale dell’ovario

6) Bacca

7) Sezione verticale della bacca

8) Seme

9) Sezione verticale del seme


Mirtillo rosso:

C) Ramo con frutti

Famiglia:
Ericacee
Nomi Alternativi :
Colore Foglia:
Verde, Verde Chiaro
Colore Frutto:
Blu, Viola, Blu-violaceo
Habitat:Cresce in tutta la zona montana e submontana nell’Italia settentrionalee e centrale e anche in Corsica.

Storia e leggenda

Il mirtillo è una pianta conosciutissima e molto diffusa nei boschi di tutta Italia. Il nome vaccinum pare derivi dal fatto che i bovini ne mangiano avidamente le bacche e le foglie. Ne esiste una varietà nera e una rossa. Gli antichi sembra ne facessero uso, ma nel Medioevo le sue proprietà astringenti vennero riconosciute e apprezzate.


 

Descrizione

È un arbusto piccolo, con una radice serpeggiante da cui si alzano numerosi cauli fioriferi molto ramosi.

Le foglie sono alterne e brevemente picciolate, di colore verde chiaro, membranose, di forma ovale o ellittica.

I fiori sono inseriti all’ascella delle foglie e hanno un picciolo corto: sono normalmente solitari. La corolla è tubulare, allargata in basso e ristretta alla fauce, divisa anch’essa in 4-5 lobi reclinati all’indietro. È di colore bianco rosato.

Il frutto è una bacca carnosa, globulosa, ombelicato, di colore blu-violaceo, di sapore acido e ricoperto di uno strato pruinoso. Contiene semi minuti, bruni di forma samilunare.


 

Parti usate

Si utilizzano le foglie e i frutti.


 

Principali costituenti

Le bacche contengono sostanze tanniche, pectina, un principio colorante proprio del mirtillo, chiamato mirtillina, acido lattico, acidi malico, tartarico, succinico e citrico. I semi contengono inoltre un olio grasso e le foglie un glucoside, ericolina e un enzima speciale.


 

Proprietà

Le bacche sono astringenti, antisettiche, antiputride; hanno poteri battericidi; sono benefiche contro l’arteriosclerosi. Le foglie hanno proprietà antidiabetiche; sono un ottimo anticolibacillare e facilitano la circolazione.