Godelicious - Portale di informazione nutrizionaleGodelicious, il Network di chi vuole vivere bene
logo godelicious

Vitamina B12

1) Che cos’è?

La vitamina B12, chiamata anche Cobalamina, ha un ruolo fondamentale nella regolazione delle funzioni del Sistema Nervoso e nella formazione dei globuli rossi.

Nello specifico, e per i più curiosi, la vitamina B12 ha una struttura molto complessa,

foto 1jpg

composta da:

  • Un gruppo planare, costituito da una struttura anulare porfirino-simile con quattro anelli pirrolici ridotti, legati a un atomo di Cobalto (che a sua volta può legarsi a un generico gruppo –R) e residui metilici, acetamidici e propionamidici
  • Un 5,6-dimetilbenzimidazolil-nucleotide, che si lega quasi ad angolo retto al nucleo corrinico con legami all’atomo di Cobalto e alla catena laterale propionica di uno degli anelli pirrolici
  • I gruppi R possono, a loro volta, essere –OH, -CN, -CH3 (idrossicobalamina, cianocobalamina e metilcobalamina)

Ogni gruppo R ha una diversa funzione e da qui la necessità che l’apporto dietetico sia sufficiente, così da sopperire a tutte le sue funzioni.

2) Dove la trovo?

Si trova soprattutto nella carne e nei prodotti caseari, motivo per cui i vegetariani e i vegani devono fare attenzione ad assumere integratori vitaminici, così da scongiurare il più possibile una deficienza.

È bene tener presente che esistono, comunque, in commercio molti cibi addizionati di vitamina B12, come i latti vegetali e i cereali per la prima colazione.

Alcune delle fonti migliori sono:

  • Le uova
  • I formaggi
  • Il latte
  • Il pesce
  • I crostacei ed i molluschi
  • Le interiora
  • La carne rossa

foto 2

3) Che cosa accade se non ne assumo abbastanza?

La deficienza da vitamina B12 può portare ad anemia e confusione negli adulti.

In casi più rari, ma decisamente più spaventosi, si arriva a condizioni psicologiche più gravi, come demenza, paranoia, depressione e mutamenti nel normale comportamento sociale.

I sintomi più comuni di una deficienza da vitamina B12 sono: facile affaticamento, debolezza, irritabilità, depressione e formicolio in piedi e mani.

Se la dieta è ricca di carne e prodotti caseari è facile assumere abbastanza Vitamina B12 con la dieta. Le popolazioni più a rischio sono:

  • gli anziani
  • i vegani e i vegetariani
  • coloro che sono affetti da anemia perniciosa
  • coloro che hanno disordini del sistema digerente, in quanto l’assorbimento di alcuni nutrienti potrebbe essere compromesso
  • le donne incinte

4) Interazioni con alcuni farmaci

Alcuni farmaci possono interferire con l’assorbimento della vitamina B12 abbassandone, di conseguenza, i livelli nell’organismo.

Alcuni esempi sono:

  • gli inibitori di pompa protonica (Omeprazolo, Lansoprazolo, Esomeprazolo, Pantoprazolo…)
  • gli antagonisti del recettore H2 (Ranitidina e Cimetidina)
  • la metformina

Prima di smettere di assumere i medicinali prescritti, consultate il vostro medico. Se temerà che i vostri livelli di vitamina B12 siano bassi e se vi riterrà “a rischio” vi prescriverà i dovuti esami di laboratorio.

Nel caso in cui il vostro medico vi consigliasse un'integrazione di vitamina B12, in commercio ve ne sono diversi tipi e qualità, dalle semplici compresse vegane (clicca sulla foto per saperne di più) 
 

vit b12 vitafair

 

ai flaconcini (clicca sulla foto per saperne di più).

 

be total

vedi anche...
images

Accorgimenti particolari per donne in gravidanza che seguono una dieta vegetariana o vegana

vedi anche...
fuori

Cos'è la carenza da vitamina B12 e come si manifesta?

Pubblicato il 27-03-2018 da:

simona pepe
Simona Pepe
Locum Pharmacist e Nutritional Therapist

Condividi sui tuoi Networks preferiti!